SANTA CHIARA: AFFIDATI I LAVORI PER LA RISTRUTTURAZIONE

Interesseranno il primo e il secondo piano dell’immobile che si trova nel centro storico

Un immobile di grande pregio artistico e architettonico, che presto tornerà finalmente a splendere.
Si tratta dell’ex monastero di Santa Chiara, edificio risalente al 1573, rimasto per decenni in stato di abbandono.

Sono stati affidati infatti, dopo gli interventi già in corso al piano terra dell’antico immobile e come si evince dalla determinazione numero 21 del 29 gennaio 2020, i lavori per dar vita alla ristrutturazione del primo e secondo piano, in particolar modo dell’ala sud di quello che un tempo era la casa delle clarisse.

Le opere, finanziate dal Ministero per lo sviluppo economico per un importo pari a 684.697 euro, consentiranno la ristrutturazione e il recupero di una parte dell’ex monastero, nello specifico dell’area che si trova sulla destra rispetto all’ingresso principale dell’ex monastero.

Saranno ricostruite le parti dell’immobile che sono state soggette a crolli, ma saranno anche eseguiti lavori di adeguamento statico – sismico e opere finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche.

“L’ex monastero di Santa Chiara – osserva il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Anna Maria Latrofa – rappresenta un bene di grandissimo valore artistico, architettonico, ma anche affettivo per tanti casamassimesi.
Dopo troppo tempo in cui ha versato in stato di abbandono, adesso contiamo di restituirlo alla cittadinanza nel più breve tempo possibile.
L’affidamento dei lavori per la ristrutturazione di una parte consistente dell’immobile rappresenta un passo importante in questa direzione”.

Categoria: Notizie