"Cibarsi" - Mostra di ceramica d'uso pugliese.

 

Palazzo Monacelle, Casamassima  -  06 maggio - 28 giugno 2015

Nell'ambito del progetto SAC, si inaugura mercoledì 6 maggio alle ore 18,00, presso Palazzo Monacelle  a Casamassima, "CIBARSI", la mostra dedicata alla ceramica d'uso pugliese che accende i riflettori sul rapporto quotidiano che intercorre tra l'uomo e l'alimentazione e si inserisce nel dibattito dell'Expo 2015 sul tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la vita".

In mostra opere della collezione Vestita, una delle maggiori raccolte di ceramiche popolari e devozionali del meridione d'Italia.

Un percorso significativo attraverso la ceramica rustica conviviale di tradizione pugliese, per scoprire gli aspetti di questa produzione artigianale collegati all'alimentazione, alla conservazione e alla cottura degli alimenti della terra.

Le sale di Palazzo Monacelle a Casamassima saranno aperte dal 6 maggio al 28 giugno 2015. 

La ceramica d'uso di Grottaglie vanta una storia plurisecolare, durante la quale ha sviluppato un repertorio tipologico e morfologico particolarmente articolato, a segui¬to dei rapporti e degli scambi intervenuti nei secoli tra le aree regionali vicine.
Que¬sta produzione comprende una vasta gamma di manufatti destinati alla conservazio¬ne di liquidi e alimenti ed oltremodo a funzioni devozionali o decorative.
Tra le forme più caratteristiche e ricorrenti, alcune si sono particolarmente radicate, nel tempo, nella produzione meridionale: il capasone, contenitore di grandi dimensioni per la conservazione del vino; il vummile, per bere l'acqua direttamente dal recipiente; il pi¬tale, per conservare l'olio; la minzana, per prelevare e trasportare l' acqua; il trim¬mone, per contenere olio, vino o aceto; il limmu, per tenere a bagno le verdure ed i legumi.
Un cenno particolare merita la tipica brocca grottagliese, deno¬minata "srulu", profondamente radicata nella tradizione ceramica locale. È una brocca da vino monoansata con bocca trilobata, lavorata prevalentemente con terra poco depurata e rive¬stita da smalti tendenti all'avorio e ricca di varietà delle decorazioni che rappresentano un vero e proprio documento storico e iconografico del tempo. Tali decorazioni documentano la presenza di maestranze di grandissima competenza tecnica, capaci di rappresentare, con pochi tocchi e ra¬pide pennellate, fiori, animali, paesaggi e personaggi resi nei colori tipici della ceramica grottagliese, quali l'az¬zurro, il bruno manganese, l'ocra ed il verde marcio.

La ceramica d'uso del centro figulino jonico rappresenta una preziosa testimonianza sociale, economica e antropologica. In essa si riflettono usi, costumi, tradizioni, sistemi di lavorazione e arnesi da lavoro, cu¬stoditi e tramandati di padre in figlio e che ancora oggi si producono all'interno dello storico Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie.

La collezione Vestita è una delle maggiori raccolte di ceramiche popolari e devozionali del meridione d'Italia. Nasce dalla passione di Mimmo Vestita, ceramista grottagliese, che nell'ultimo trentennio ha ricercato e messo insieme, con dedizione e competenza, una collezione ceramica unica nel suo genere.

Enti promotori: Regione Puglia, Comune di Casamassima. La mostra è finanziata con fondi europei nell'ambito del progetto "SAC Sistemi Ambientali e Culturali". Piano di azione e coesione – POC Puglia 2007/2013. Asse IV Linea 4.2 "Tutela e valorizzazione e gestione del patrimonio culturale". Azione 4.2.2
Organizzazione: Sistema Museo
A cura di: Cosimo Vestita
Orari di apertura: venerdì, sabato e domenica 15.00 – 20.00
Tariffe: ingresso gratuito
Per informazioni: Sistema Museo 199 151 123 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00 escluso i festivi) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.sistemamuseo.it

Categoria: Notizie