"Club delle Idee": CORO delle iDEE in TOUR

Sabato 18 luglio, ore 20,30 a Lama S.Giorgio.


Ha inizio con un Concerto d’Estate dal titolo “OPERETTANDO", escursus lirico liberamente tratto dal mondo delle Operette”, il TOUR CANORO ideato edorganizzato dal “CLUB delle iDEE - L.U.D.I.” di Casamassima.

La prima tappa è fissata per sabato 18 Luglio, alle ore 20:30 nella suggestiva cornice dell’Agriturismo “Lama San Giorgio” di Rutigliano, Strada Provinciale 84 Adelfia-Rutigliano Km 8,700, dove è in programma, appunto, il Concerto dal titolo “OPERETTANDO, escursus lirico liberamente tratto dal mondo delle Operette”.
Il “CLUB delle iDEE - L.U.D.I.” di Casamassima, con sede in Piazza Aldo Moro, 35 (www.clubdelleidee.it), dà così il via ad una serie di eventi che si susseguiranno dal mese di Luglio fino a fine anno in tutta la Puglia.

In questo primo evento, si esibiranno la nota Soprano Nadia Divittorio, e il “CORO delle iDEE” della L.U.D.I. (LIBERA UNIVERSITÁ delle iDEE), in questa occasione composto da Giovanna ACITO, Isa BUONANOCE, Assunta BUONANOCE, Eleonora CAMPANELLI, Lucrezia MALLARDI, Renzo MARIELLA, Marisa MOLA, Paolo TITTOZZI, Rosa TRITTO, accompagnati dalla bravissima pianista Caterina Campanile: la direzione musicale è affidata al M° Donato Divittorio, mentre quella artistica alla Prof.ssa Marisa Mola, Presidente del CLUB delle iDEE.

Brevi cenni storici:

L'operetta, è un genere teatrale e musicale nato nel 1856 (con La Rose de Saint-Flour di Jacques Offenbach) e divenuta famosa nel 1860 in Francia e solo successivamente in Austria. Differisce dal più tradizionale melodramma per l'alternanza sistematica di brani musicali e parti dialogate.
Sotto questo aspetto l'operetta è altrettanto vicina al teatro di prosa o al genere del vaudeville, anche se non bisogna dimenticare che, nell'Europa centrale, il teatro d'opera leggero o comico presentava già in precedenza una simile alternanza di canto e recitazione, nei generi dell'opéra-comique e del singspiel.
La peculiarità dell'operetta non consiste nella presenza di parti recitate e di trame semplici e inverosimili, né nella sua sfarzosa cornice scenica o nel gusto della parodia; in realtà, ciò che la caratterizza è la vivacità musicale, l'immediata godibilità e, soprattutto, l'aspetto coreografico: infatti sono proprio le danze a costituire il nucleo fondamentale dello spettacolo e ad esercitare sugli spettatori un interesse quasi ossessivo.
D'altra parte il genere dell'operetta non si identifica solo con una forma, ma soprattutto con un gusto ed una dimensione culturale, quella della borghesia francese e austriaca fin de siecle, con la sua predilezione per le storie sentimentali ambientate nella buona società del tempo.
Uno dei padri dell'operetta francese fu l'ebreo tedesco (naturalizzato francese) Offenbach, rivale del compositore francese Florimond Ronger detto Hervé, mentre in Austria il genere fu portato alla massima espressione da Johann Strauß figlio e, in pieno Novecento, da Franz Lehár.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni evento: cell. 338/5966934.

Categoria: Notizie