IMU E TASI 2016 - ACCONTO

Avviso ai Contribuenti

Il 16 giugno p.v. scadono i termini per il pagamento dell’acconto IMU e TASI 2016.
Con deliberazioni del Consiglio Comunale nn. 35 e 36 del 07/06/2016 sono state confermate le aliquote TASI ed IMU approvate nel 2015.
Con deliberazione Giunta Comunale n. 55 del 05/05/2016 si è disposta invece  la  riduzione del 10% sul valore imponibile ai fini IMU e TASI delle aree edificabili ubicate sul territorio di Casamassima.
Riguardo infine alle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016, si riportano qui di seguito le fattispecie più rilevanti.

 Le novità IMU 2016

1. Immobili in comodato

Dal 2016 nel caso in cui si conceda un immobile a titolo di comodato a un parente di primo grado in linea retta (quindi un genitore o un figlio) il comodante gode della riduzione della base imponibile dell'IMU al 50%.

Le condizioni per usufruire di questi benefici sono:

  • L’immobile deve essere adibito ad abitazione principale
  • L’immobile non deve appartenere a una delle categorie catastali cd di lusso (A/1, A/8, A/9);
  • Il contratto di comodato deve essere regolarmente registrato;
  • Il comodante:

- deve possedere un solo immobile in Italia oltre all’abitazione principale non di lusso sita nel territorio in cui è ubicato l’immobile concesso in comodato;

- deve risiedere e avere la sua dimora abituale nello stesso Comune in cui l’immobile è concesso in comodato;

- deve presentare la dichiarazione IMU che attesti il possesso dei requisiti

2. Esenzione IMU sui terreni agricoli

Dal 2016 per determinare i criteri dell’esenzione IMU per i terreni agricoli bisogna seguire la circolare ministeriale 9/1993. In particolare sono esenti i terreni agricoli: 

  • Ricadenti nelle aree montane e di collina secondo i criteri della Circolare Ministeriale n.9 del 1993;
  • Sono posseduti da coltivatori diretti del fondo (CD) e Imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti alla previdenza agricola, indipendentemente dall’ubicazione del terreno 

3. Immobili delle cooperative edilizie

Sono esenti da IMU le unità immobiliari di cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, anche se destinate a studenti universitari soci assegnatari.

4. Riduzione IMU per contratti a canone concordato-

La legge di stabilità 2016 ha introdotto per gli immobili locati a canone concordato la riduzione al 75% dell’imposta dovuta in base all’aliquota comunale.

Le novità TASI 2016

Tra le principali novità TASI per il 2016:

-1. Riduzione TASI per contratti a canone concordato

Come per l’IMU, la legge di stabilità 2016 ha introdotto per gli immobili locati a canone concordato la riduzione al 75% della TASI dovuta in base all’aliquota comunale.

-2. Immobili in comodato

Come per l’IMU, anche per la TASI il comodante beneficia della riduzione della base imponibile del tributo al 50% nei casi in cui conceda un immobile a titolo di comodato a un parente di primo grado in linea retta (genitore o figlio). Le condizioni per usufruire di questi benefici sono le stesse di quelle previste ai fini IMU sopra illustrate.

3-Abitazione principale-

Abolita la Tasi sugli immobili residenziali adibiti ad abitazione principale (ad esclusione degli immobili di particolare pregio, ville e castelli). La Tasi viene abolita anche per gli inquilini che detengono un immobile adibito a prima casa.

Categoria: Notizie