Luci spente il 24: Casamassima aderisce a ‘M’Illumino di meno’

Il Comune partecipa alla campagna sul risparmio energetico

Luci spente il 24 febbraio, fino alle 21, ma i guasti non c’entrano. Il Comune di Casamassima, infatti, aderisce alla campagna di sensibilizzazione verso il risparmio energetico promossa in tutta Italia da ‘Caterpillar’, la trasmissione radiofonica di Radio2, in diretta anche il 24 dalle 18 alle 20 per seguire gli spegnimenti in giro per la penisola.

Così, nel pomeriggio del 24 febbraio, e fino alle 21, resteranno spenti la piazza principale, Aldo Moro, la centralissima via Roma, palazzo Monacelle, con il campanile dell’Addolorata, e il campanile della chiesa del Purgatorio.

Il Comune, in questo modo, ha voluto partecipare a questa iniziativa – che sarà presente anche nelle principali città italiane, come per esempio Roma, Milano, Torino, Venezia e Firenze – ma che interesserà anche Bari, città in cui il 24 resteranno spenti per una parte della sera  anche piazza Mercantile o i candelabri ornamentali del lungomare.

“Ho sempre apprezzato – osserva il sindaco, Vito Cessa – questa iniziativa che da oltre un decennio, in maniera simbolica, intende sensibilizzare verso le tematiche legate all’ambiente e alla cura del nostro pianeta. Per questo ho deciso di sposarla, tenendo spenti per poche ore alcuni dei simboli e dei luoghi caratteristici  di Casamassima. In un momento come questo, durante il quale la stragrande maggioranza dei casamassimesi sta dimostrando attaccamento e interesse all’ambiente, attraverso un corretto modo di svolgere la raccolta differenziata, credo che un’iniziativa come questa non possa che essere ben accetta dalla comunità.

Pertanto, invito tutti i cittadini a partecipare a questa iniziativa, attuando ogni forma di risparmio nelle proprie case o attività".

Anche le scuole e gli studenti casamassimesi hanno aderito a questa campagna dando vita a iniziative di vario genere.   

 

Categoria: Notizie