Giornata Mondiale dell'acqua nel 2017 dedicata ai reflui

Il sindaco di Casamassima fa il punto della situazione

Mercoledì 22 marzo si celebra la 'Giornata Mondiale dell'Acqua', istituita dall'Onu nel 1993, che quest'anno rivolge la sua attenzione, in particolar modo, alle acque reflue e di scarico viste non come risorse da specare, ma da riutilizzare una volta depurate.

Ecco, allora, che questa ricorrenza – già importante di per sé a livello globale – assume una rilevanza tutt'altro che secondaria anche per il territorio di Casamassima. Qui, infatti, la questione delle acque da depurare è ancora tutta aperta, ed è uno dei punti primari all'attenzione dell'amministrazione.

"Il progetto iniziale di depurazione delle acque  – osserva a riguardo il sindaco di Casamassima, Vito Cessa – prevedeva lo sversamento delle stesse, una volta depurate, all'interno della lama San Giorgio. Dopo una lunga lotta sul tema, che ha visto coinvolte diverse amministrazioni comunali, comitati di cittadini e associazioni, si è giunti a una duplice decisione: da un lato è stato sancito, da tutti i comuni geograficamente coinvolti, che la lama San Giorgio è una zona da tutelare e salvaguardare, anche attraverso l'istituzione di un parco naturale; dall'altro, come recapito finale delle acque reflue, è stata adottata la soluzione delle trincee drenanti, da realizzare all'esterno dell'alveo della lama.

Martedì scorso, 14 marzo, sono stato negli uffici dell'Acquedotto pugliese per fare il punto della situazione: mi è stato illustrato un cronoprogramma che prevede, conclusa la progettazione esecutiva entro il 2017, la rapida cantierizzazione dei lavori per la creazione delle trincee drenanti. Seguiranno il collaudo e tutti gli adempimenti consequenziali fino alla messa in esercizio del depuratore, prevista per il 2018".

"La questione depurazione – osserva in ultimo il primo cittadino – è costantemente alla nostra attenzione, così come la questione lama San Giorgio, per la riqualificazione della quale stiamo partecipando, con altri comuni dell'area metropolitana, a un bando regionale".

Categoria: Notizie