SITUAZIONE SCUOLE RODARI E COLLODI

Aggiornamento dell’iter dei lavori

  1. SCUOLA RODARI

Il Comune di Casamassima ha ottenuto un finanziamento nell’ambito di un Intervento di recupero e riqualificazione del patrimonio infrastrutturale degli istituti pugliesi (D.R.n.79/2012), al fine di acquisire il certificato di agibilità.

Era previsto, in minima parte, un intervento per il miglioramento sismico per un importo pari ad €.933.625,00.

03.11.2015 - veniva affidato l’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva all’arch. Michelangelo Sgobba;

31.12.2015 - veniva aggiudicata la gara alla ditta Pellicani & Noviello S.n.c. di Modugno.

06.07.2016 - la Direzione Lavori e il R.U.P. davano inizio ai lavori.

A seguito di sopralluogo delle parti (avvenuto in data 27.7.2016) il RUP richiedeva al progettista di integrare la documentazione per l’esecuzione dei lavori strutturali da trasmettere alla Città Metropolitana (CM); l’integrazione veniva trasmessa agli uffici in data 26.10.2016.

3.11.2016 - la Dirigente del 2° Circolo Didattico trasmetteva agli uffici comunali una relazione con cui evidenziava la presenza di lesioni, e chiedeva una verifica alla Direzione Lavori e al coordinatore per la sicurezza, che insieme al collaudatore, ing. De Leonardis, eseguivano un sopralluogo: accertavano quindi alcune fessurazioni e disponevano la spicconatura dell’intonaco e il monitoraggio delle stesse.

8.11.2016 - a seguito di una segnalazione, una squadra del Comando Provinciale di Vigili del Fuoco di Bari effettuava un sopralluogo a scuola: sopralluogo che confermava le valutazioni già fatte, disponendo l’interdizione all’utilizzo di 4 aule. Veniva, quindi, affidato l’incarico della verifica strutturale all’ing. Colapietro, che trasmetteva la relazione in data 11.11.2016.

15.11.2016 - il Sindaco firmava l’ordinanza per la chiusura della scuola.

22.11.2016 - l’arch. Sgobba inviava al RUP gli elaborati esplicativi in riscontro alla relazione dell’ing. Colapietro.

24.11.2016 - i Funzionari della C.M. eseguivano un sopralluogo; nel contempo, il 6.12.2016, il collaudatore ing. De Leonardis proponeva di effettuare un’ulteriore verifica strutturale, e di approfondire la valutazione della resistenza dei materiali adoperati per la realizzazione della scuola. La stessa relazione veniva trasmessa in C.M. il 13 dicembre 2016.

29.12.2016 - la C.M. comunicava la necessità di un aggiornamento del progetto strutturale, al fine di autorizzare la ripresa dei lavori. A tal proposito la C.M. provvedeva a richiedere un’integrazione di indagine sui materiali e sulla struttura: veniva quindi incaricato, dalla medesima, il laboratorio TECNO-LAB al fine di effettuare le verifiche sui materiali.

Una prima parte dei risultati, pervenuta il 23.1.2017, è stata inviata ai tecnici progettisti; un mese dopo, il 23.2.2017, sono pervenuti i risultati completi e definitivi che sono stati inviati, ancora una volta, ai progettisti incaricati.

Lo stesso giorno è stato convocato l’ing. Pinto (strutturista dell’arch. Sgobba) e lunedì 27.2.2017 è stato convocato l’arch. Sgobba affinché predisponessero, sulla base di questi risultati, il progetto di integrazione definitivo; entrambi hanno assunto l’impegno di redigere un progetto per le opere esterne e un nuovo progetto di miglioramento sismico.

20.3.2017 – i due progetti sono stati consegnati al Comune, mentre qualche in giorno dopo, il 24.3.2017, sono stati portati in C.M. dove però non si sono potuti protocollare in quanto, da un controllo immediato, è emerso che necessitavano di ulteriori integrazioni.

31.3.2017 - è avvenuta la consegna del progetto definitivo delle opere esterne. Al momento, pertanto, possono riprendere i lavori per la realizzazione delle stesse opere. Nei giorni seguenti sarà consegnato il progetto strutturale revisionato, che sarà validato dalla C.M. per la ripresa dei lavori sull’immobile.

21.3.2016 - si è svolto un incontro con l’impresa Pellicani per concordare la ripresa dei lavori.

Intanto, è stato istituito un tavolo tecnico, composto dal sindaco Vito Cessa, dall’assessore Vitangelo Ardito, dal dirigente U.T.C. arch. Flaviano Palazzo, dalla dirigente scolastica Rosanna Brucoli e dalla vice Ins. Adele Nicassio, dalla dirigente Teresa Massaro e dai rappresentanti dei genitori: ci sono stati tre incontri, lunedì 9.2.2017, lunedì 20.03 2017 e lunedì 27.03.2017 (in questa occasione era presente anche l’Ing. Colapietro).

Riteniamo che i lavori – fa sapere il Sindaco - una volta ottenuta la validazione del progetto da parte degli uffici competenti della Città Metropolitana, possano consentire la consegna dell’immobile per l’inizio dell’anno scolastico 2017/2018.

Nell’eventualità in cui questo non dovesse avvenire, in data 30/03/2017 è stata inviata una nota alla Città Metropolitana con la quale si chiede di poter continuare ad utilizzare gli spazi presso l’Istituto Majorana per ulteriori sei mesi.

  1. SCUOLA COLLODI

Il Comune di Casamassima ha ottenuto un finanziamento nell’ambito del Piano Regionale triennale di edilizia scolastica 2015/2017 per “Interventi di edilizia scolastica e messa in sicurezza delle scuole. Progetto di riqualificazione, ristrutturazione, ampliamento, adeguamento normativo, efficientamento energetico relativo alla scuola dell’infanzia Collodi”.

Progettazione definitiva/esecutiva arch. Francesca Sorricaro (UTC). Importo €.426.807,87.

09.04.2015 - la Giunta Commissariale approvava il progetto ammesso a finanziamento dalla Giunta Regionale in data 26.05.2015.

L’edificio è costituito da tre corpi affiancati. I primi due, corpo A e B, sono stati realizzati negli anni ’80 (progetto ing. Verna, collaudo ing. Rodi), il terzo, corpo C, una decina d’anni fa (progetto UTC, collaudo De Leonardis). Adesso si devono realizzare altri due blocchi, corpo D (mensa) ed E (aule).

I calcoli statici sono affidati all’ ing. De Leonardis. Il nuovo progetto ha richiesto anche un adeguamento antisismico degli edifici preesistenti.

28.07.2016 - la D.L. e il R.U.P. davano inizio ai lavori.

19.09.2016 - sospensione dei lavori dell’attività edilizia per permettere l’attività didattica fino al trasferimento presso l’istituto Majorana.

07.10.2016 -  viene depositato in Città Metropolitana il progetto di costruzione.

11.11.2016 - alcuni genitori sollecitano un sopralluogo da parte del Comando Provinciale Vigili del Fuoco, che nel successivo verbale dispongono la verifica dei muri di tamponamento e vietano l’utilizzo di alcuni vani.

19.11.2016 - il Sindaco dispone la sospensione dell’attività didattica e la chiusura del plesso fino al collaudo dell’opera.

25.11.2016 – viene redatto il verbale di ripresa dei lavori a decorrere dal 30.11.2016, con ultimazione degli interventi prevista entro ottobre 2017.

2.12.2016 - il responsabile, arch. Flaviano Palazzo, sollecita la C.M. a rilasciare l’attestazione di avvenuto deposito della pratica, depositata il 07.10.2016.

La C.M., nel verificare la pratica stessa, richiede una integrazione e nuove certificazioni sui materiali.

28.12.2016 – viene conferito alla TECNO-LAB l’incarico per procedere alla redazione di indagini strutturali.

10.02.2017 - la C.M. inoltra richiesta al comune di integrazione del progetto del 07.10.2016.

23.1.2017 – perviene una prima parte dei risultati, inviata al tecnico progettista e un mese dopo, il 23.2.2017, arrivano i risultati definitivi inviati allo stesso progettista via pec.

Il tutto al fine di redigere, sulla base dei risultati, il progetto di integrazione definitivo.

03.03.2017 - il Responsabile arch. Flaviano Palazzo e l’assessore Vitangelo Ardito convocano, come già fatto il 24.03.2017, l’ing. De Leonardis per chiedere lo stato di elaborazione del progetto strutturale integrativo da depositare in C.M.

La progettazione risulta complessa in quanto si devono mettere a norma gli elementi strutturali dei vecchi corpi A e B.

Gli ingegneri incaricati, pertanto, sono al lavoro e sono seguiti nel loro percorso dall’Ente Comunale.

29.3.2017 – con comunicazione pec, il progettista delle strutture ing. De Leonardis è sollecitato a consegnare gli elaborati della pratica integrativa entro cinque giorni.

In data 30.03.2017 - fa sapere il Sindaco – è stata inviata richiesta alla Città Metropolitana per una proroga del periodo di locazione a tutto l’anno scolastico 2017/2018, così come già predisposto nella convenzione stipulata tra Comune e Città Metropolitana in data 13.02.2017per consentire lo svolgimento dell’attività didattica negli spazi attualmente in uso alla stessa scuola Collodi.

Categoria: Notizie