Approvato lo schema di convenzione per interventi da 715.000 euro

Il finanziamento interesserà Monacelle, centro storico e videosorveglianza

E’ stato approvato in consiglio comunale lo schema di convenzione che adesso consentirà al Comune di Casamassima di stipulare proprio la convenzione con la Città Metropolitana, al fine di avere accesso ai finanziamenti stanziati nell’ambito del Patto per la Città Metropolitana di Bari. 

Una volta firmato il documento, il Comune potrà subito disporre di una prima parte (il 10%) di un più ampio finanziamento, pari a 715.000 euro complessivi.
Finanziamento, che rientra nell’ambito della coprogettazione tra la Città Metropolitana e i Comuni, stanziato per dar forma alle opere previste nel ‘Patto per Bari’, siglato dai sindaci il 17 maggio dello scorso anno, alla presenza dell’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Fondi, questi, che nella loro totalità permetteranno la realizzazione di tre diversi interventi: il primo, per un importo di 320.000 euro, garantirà la realizzazione di un percorso museale all’interno di palazzo Monacelle, luogo in cui è presente l’importantissimo patrimonio artistico – librario donato alla città da Monsignor Sante Montanaro.
Il progetto a cui si darà vita prevede la qualificazione ulteriore del palazzo, allo scopo di permettere la piena fruizione delle opere, attraverso la creazione di percorsi tematici ed esposizioni accessibili a tutta la cittadinanza, ai diversamente abili, ai minori, e alle scolaresche.

Il secondo e terzo intervento, invece, consentiranno sia l’installazione di videocamere di sorveglianza sul territorio cittadino, sia l’istituzione della zona a traffico limitato nel centro storico, oltreché di nuovi parcheggi da realizzare lungo la cintura esterna del borgo antico.
Entrambi gli interventi saranno finanziati, sempre nell’ambito del Patto per la Città Metropolitana di Bari, per un importo di 395.000 euro.
Per quanto riguarda la videosorveglianza, cinquanta saranno le telecamere installate nel centro e in periferia: sei nella zona residenziale del Covent Garden, quattro all’altezza delle rotatorie di via Susca, Pasolini, Conversano, Imbriani, nove nei pressi di tutte le scuole.
Altri ‘occhi elettronici’ saranno montati lungo i punti di accesso in città, in via Bari, Noicattaro, Conversano, Turi, Sammichele, Acquaviva, Adelfia, Tagliamento.
Senza dimenticare le aree attigue a municipio, villa comunale, giardinetti pubblici, palestrone, zona mercatale, stazione, la cosiddetta Scacchiera e i principali incroci cittadini (corso Vittorio Emanuele – viale Libertà, corso Garibaldi – via Angelo Pende, rotatoria piazza Plebiscito).

L’altro intervento prevede invece l’istituzione della zona a traffico limitato (Ztl) nel centro storico, la creazione di quattro piste di accesso alla stessa Ztl  e di quattro varchi elettronici, oltre alla realizzazione di 120 parcheggi lungo il perimetro esterno del borgo.

“E’ con grande soddisfazione – osserva il sindaco, Vito Cessa – che accolgo l’approvazione da parte del consiglio comunale dello schema di convenzione del Patto per la Città Metropolitana di Bari, siglato da noi sindaci il 17 maggio scorso alla presenza dell’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi. 

Un patto che porterà a Casamassima 715.000 euro, che rappresentano un finanziamento certo. Questi fondi, dunque, ci sono e ci permetteranno di realizzare tre importantissimi interventi. I progetti saranno realizzati in accordo con la Soprintendenza, per quel che riguarda centro storico e palazzo Monacelle, e nel rispetto delle norme sul diritto alla riservatezza per quel che concerne la videosorveglianza. Ringrazio gli assessori uscenti Andrea Palmieri e Francesca Barone per l’importante contributo dato al fine di ottenere questi finanziamenti, il cui iter adesso prosegue per arrivare alla fase di realizzazione”.     

Categoria: Notizie