Casamassima non dimentica una tragedia che... non ha parole

98° anniversario del genocidio del Popolo Armeno

"Il Grande Male" (Metz Yeghèrn), è con queste parole che gli Armeni ricordano il loro olocausto, una delle pagine più aberranti e, al tempo stesso, più trascurate della storia mondiale.

Nel 98° anniversario del genocidio del popolo Armeno l'Amministrazione Comunale e la Cittadinanza Casamassimese intendono associarsi alle comunità armene nel commemorare una delle pagine più buie del secolo scorso.

Per troppi anni questa infamia è stata dimenticata per compiacere quanti, per motivi politici, non avevano interesse a ricordarla.

E' nostro dovere di uomini liberi impedire che oggi, di essa, resti ancora persa la memoria perchè la memoria è un diritto e non un privilegio!

L'obiettivo di queste celebrazioni, oltre che essere quello di ricordare le vittime, è anche quello di servire ai vivi affinchè possano custodire e salvare quei valori che il genocidio ha tentato di annientare: la pace, la tolleranza e la riconciliazione.

Programma della celebrazione

Ore 10,00 - Incontro di amministratori, rappresentanti della comunità armena, cittadini, associazioni e scolaresche in piazza Municipio;

Ore 10,30 - Saluto del Sindaco;

Ore 11,00 - Breve commemorazione storica;

Ore 11,30 - Deposizione di una corona d'alloro alla lapide dedicata al poeta Hrand Nazariantz

Durante tutta la giornata del 24 aprile 2013 sul balcone principale del palazzo municipale, insieme alla bandiera comunale, nazionale ed europea, sarà esposta la bandiera della Repubblica d'Armenia donata al Comune di Casamassima dal Console Armeno Dott. Pietro Kuciuklan durante la visita del 25 gennaio 2012.

 

Categoria: Cultura