Certificato di destinazione d’uso urbanistico

Il certificato di destinazione urbanistica certifica la destinazione urbanistica di un immobile secondo le norme vigenti del Piano Regolatore Generale alla data di rilascio dello stesso.

Ai sensi dell' art. 18 della Legge n. 47 del 28.2.1985 e successive varianti ed integrazioni, tale certificazione deve essere allegata agli atti da costituirsi tra vivi, sia in forma pubblica, sia i forma privata , aventi ad oggetto trasferimento o costituzione o scioglimento della comunione di diritti reali relativi a terreni, quando tali terreni non costituiscano pertinenze di edifici censiti nel nuovo catasto edilizio urbano e purché la loro superficie complessiva sia maggiore di 5.000 metri quadrati.

Il Certificato di Destinazione Urbanistica conserva validità di una anno dalla data del rilascio.

È possibile richiedere che la certificazione urbanistica venga riferita ad una data precedente all'approvazione del Piano Regolatore Generale vigente o dell'ultima variante allo stesso; in tal caso il Certificato di Destinazione Urbanistica si definisce storico.

Come si fa?

La persona interessata deve presentare all'Ufficio Protocollo del Comune una domanda in bollo indirizzata al Servizio Tecnico.

Il modulo di domanda, reperibile anche presso il Servizio Tecnico e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune, può essere scaricato cliccando sul link in fondo alla pagina.

Alla domanda è necessario allegare l'estratto di mappa rilasciato dall'Ufficio del Territorio di Bari (catasto), preferibilmente in scala 1:1000 o 1: 2000 (anche in copia), rilasciato in data non anteriore a 1 mese.

Qualora tale documento sia stato rilasciato in data anteriore a 1 mese, il richiedente dovrà autocertificare, ai sensi degli art. 38 e 36 del DPR 445/2000, "che lo stato e la consistenza dei mappali non hanno subito modifiche e che l'estratto di mappa è conforme alla cartografia del catasto alla data di richiesta del Certificato stesso".

L'estratto di mappa allegato alla richiesta deve ricomprendere, in modo leggibile e completo, le aree dei mappali oggetto di certificazione ed essere esteso in modo tale da contenere elementi significativi (se esistenti), quali strade, piazze, edifici circostanti ecc., tali da consentire la corretta individuazione dell'area sugli elaborati costituenti il Piano Regolatore Generale.

Nei casi in cui risulti necessario produrre anche in aggiunta copia di frazionamento, tale copia dovrà contenere anche il frontespizio dell'atto stesso con gli estremi di approvazione da parte dell'Ufficio del Territorio di Bari (Catasto).

Il proprietario o i proprietari possono delegare chiunque al ritiro della documentazione, indicando sulla domanda il nome della persona delegata.

Tempi

Dopo circa 10 giorni lavorativi dalla consegna all'Ufficio Protocollo.

Costi

  • da 1 a 5 particelle, € 25.00 per diritti di segreteria;
  • più di 5 particelle o Fogli diversi, €50.00 per diritti di segreteria;
  • 2 marche da bollo da €. 14,62.

Riferimenti legislativi

Regolamento Edilizio Comunale, Norme Tecniche di attuazione del Piano Regolatore Generale

A chi rivolgersi

Ufficio Edilizia Residenziale Privata